Un po’ di storia

Negli anni 30 la situazione economica del paese attraversa una profonda crisi. I tempi sono durissimi, la disoccupazione dilaga e poichè anche l’America ha chiuso le frontiere, molte famiglie si trovano in difficoltà finanziarie insormontabili.

Bisognava ideare qualcosa per aiutare queste persone, ricercare fonti di entrate, anche se modeste, ma continue per far fronte almeno parzialmente a questa situazione. Un gruppo di verzaschesi fondò così il “Comitato per i lavori casalinghi a domicilio”, che dà avvio ad alcune attività artigianali tipiche nelle quali possono essere occupate persone della valle: tintura della lana con colori naturali (foglie, radici e frutti che si trovano sul posto), filatura a mano, maglieria, lavori in legno.

Dopo qualche tempo si sente la necessità di fondare una forte associazione locale che si assuma il compito di difendere gli interessi morali e materiali della regione e le sue caratteristiche migliori, così nel 1933 nasce la PRO VERZASCA.

Vengono create diverse sezioni che si occupano di problematiche specifiche, come ad esempio: la sezione educazione promuove corsi, conferenze, scuola complementare; sezione agricoltura, protegge gli interessi dei contadini, aiuta gli alpigiani, sollecita lavori manuali; sezione turismo cura la pubblicità (cartoline, opuscoli), vigila sull’igiene nei ritrovi pubblici, si preoccupa della manutenzione delle strade, ecc.sezione lavoro a domicilio promuove corsi di maglieria e di lavorazione del legno, ecc,

Numerosi sono i traguardi raggiunti e le opere portate a termine in tutti questi anni dalla Pro Verzasca, sempre attenta alle esigenze della popolazione e pronta a favorire nuovi sviluppi culturali ed economici della regione.

Con il tempo naturalmente l’attività dell’associazione si è modificata, adattandosi ai cambiamenti della realtà. La lavorazione della lana,è una delle attività rimaste a testimonianza del passato e che la Pro porta avanti con orgoglio e profitto. In quest’attività sono tuttora occupate più di cinquanta persone tra maglieriste, filatrici, collaboratrici ecc..